Protagonisti della storia


Sin dall'XI secolo un connubio indissolubile unisce la famiglia Mazzei alla Toscana e al vino.
Ser Lapo Mazzei è l’autore nel 1398 del primo documento conosciuto per l’uso della denominazione “Chianti” e nel 1435, quando sua nipote Madonna Smeralda Mazzei sposa Piero di Agnolo da Fonterutoli, la tenuta diventa patrimonio di famiglia. Da allora, da 24 generazioni, i Mazzei producono vino al Castello di Fonterutoli che, pur con le recenti espansioni, a tutt'oggi rimane il cuore pulsante della compagnia.

Ser Lapo Mazzei


Il primo riferimento documentato sul Chianti come territorio di produzione si trova in una corrispondenza datata 16 Dicembre 1398 tra Ser Lapo Mazzei "il sottil notaio" e Francesco Datini, 'il mercante di Prato'.
"E de' dare, a dì 16 diciembre (1398), fiorini 3 soldi 26 denari 8 a Piero di Tino Riccio, per barili 6 di vino di Chianti ....li detti paghamo per lettera di Ser Lapo Mazzei".
Queste due straordinarie personalità dissertavano, nei loro carteggi, sugli affari del tempo, sui piaceri e ovviamente sul vino di cui Ser Lapo era grande e appassionato intenditore.

Philip Mazzei


Philip, che amava definirsi “Cittadino del Mondo”, fu amico di Franklin, Adams, Washington e Jefferson; quest'ultimo lo invitò ad introdurre la viticoltura a Monticello, in Virginia. In una lettera a George Washington, Mazzei scrive che il suolo e il clima di quella regione sono magnificamente vocati per la produzione del vino.
Filippo ha ispirato a Jefferson l'idea che "Tutti gli uomini sono per natura egualmente liberi e indipendenti. Tale uguaglianza è necessario al fine di creare un governo libero”.
Lo stesso John F. Kennedy, nel suo libro A Nation of Immigrants, afferma che "La grande dottrina ‘All men are created equal’, incorporata nella Dichiarazione di Indipendenza da Thomas Jefferson, è stato parafrasata dagli scritti di Filippo Mazzei, un patriota italiano e caro amico di Jefferson ".
Nel 1980 per il duecentocinquantesimo anniversario della nascita, Philip Mazzei viene ricordato come un "American Patriot" con un francobollo emesso dalle Poste Americane.