Belguardo

I vigneti


Il terroir e i vitigni


La proprietà dispone di 34 ha di vigneto impiantati a vitigni autoctoni come Sangiovese, Alicante e Vermentino, a vitigni internazionali come Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Syrah e altri attualmente in corso di sviluppo sperimentale, con una densità d'impianto che va da 5500 a 6600 piante per ettaro.
Tutta la superficie, posta a un’altitudine media di 50-180 m s.l.m., ha un’esposizione a Sud/Sud-Ovest, con pendenze che variano dal 10% al 19%. I terreni sono caratterizzati da elevata presenza di scheletro con roccia di tipo alberese e arenaria e una tessitura che varia dal medio impasto con buone capacità di ritenzione idrica, al franco sabbioso dotato di elevate capacità drenanti.

L'influenza del Mar Tirreno


Il microclima fortemente influenzato dalla vicinanza del mare, con importanti correnti termiche in particolare nel periodo primaverile ed estivo, è caratterizzato da bassa umidità, piogge inferiori alla media della zona e un elevato tasso di evotraspirazione.
Questa combinazione variegata di condizioni pedo-climatiche consente la coltura di uve anche molto diverse, da cui si ottengono vini di elevata complessità e concentrazione ma anche, straordinariamente eleganti e aromatici, tanto che Belguardo ha potuto affermarsi rapidamente come uno dei punti di riferimento della Maremma.