Belguardo


Tenuta Belguardo

Maremma Toscana DOC

"Best Italian Cabernet Producers". Wine Spectator

Da uve di Cabernet Sauvignon e una piccola aggiunta di Cabernet Franc, con una personalità possente e raffinata, è il "Cru" più importante dell’azienda, massima espressione del "terroir" in cui nasce.
Azienda: Belguardo
Ubicazione azienda: Maremma, Toscana
Uvaggio: 85% Cabernet Sauvignon, 15% Cabernet Franc
Alcool: 14.65%
Acidità totale: 6.14‰
Ubicazione vigneti: Loc. Montebottigli - Comune di Grosseto
Tipologia del terreno: Prevalenza di Arenaria
Età delle vigne: 18 anni
Sistema di allevamento: Cordone speronato
Densità viti per ettaro: 6.600 piante
Vendemmia: A mano dal 17 Settembre (Cabernet Franc), dal 22 Settembre (Cabernet Sauvignon)
Temperatura di fermentazione: 28 - 30 °C
Tempo di macerazione: 16 giorni
Maturazione: 18 mesi in piccoli fusti di rovere francese da 225 lt (70% nuovi)
Imbottigliamento: giugno 2017
Uscita: gennaio 2018
Produzione: 25000 bottiglie
Formati: 750 ml - 1,5 lt - 3 lt - 6 lt - 12 lt
Prima annata prodotta: 2000
Potenziale di invecchiamento: Oltre 20 anni
Profilo: Corpo pieno e seducente, sentori di spezie nere, gusto complesso e avvolgente
Abbinamenti: Salumi stagionati, bistecche, cibo speziato, formaggi a media stagionatura

Scheda Tecnica

Riconoscimenti

2015
  • The Wine Advocate (Robert Parker)93 Punti

Vendemmia

L’anno 2015 è iniziato con un inverno mite e piovoso. Le temperature sono calate poi decisamente arrivando a toccare minime di -4 °C considerate “atipiche” per la Maremma toscana. Questo gelo unito alle abbondanti piogge del bimestre Novembre-Dicembre 2014 hanno permesso al terreno di strutturarsi perfettamente e di poter meglio sopportare le temperature e l’aridità estiva.
L’estate Maremmana ha regalato temperature ben al di sopra delle medie stagionali.
Tra la metà e la fine di agosto, la pioggia caduta ha permesso alle viti di portare a maturazione le uve in modo perfetto.
La raccolta è iniziata il 3 settembre. Il cuore della vendemmia è stato tra il 28 ed il 30 settembre con la raccolta dei sangiovesi destinati alla produzione di un Morellino che, sicuramente, si preannuncia come uno dei migliori degli ultimi anni.