Belguardo


Belguardo Tirrenico

Maremma Toscana DOC

La nuova onda di Belguardo

Il Mar Tirreno prese il suo nome dal popolo "Tyrrhenoi", meglio noti come Etruschi, giunti sulle coste della Toscana meridionale guidati dal Principe Tirreno. Questo carismatico vino porta il nome "Tirrenico" poiché i vigneti in cui nasce si affacciano sul mare, subendo la benefica influenza delle sue brezze.
Azienda: Belguardo
Ubicazione azienda: Maremma, Toscana
Uvaggio: 65% Cabernet Sauvignon, 20% Alicante, 10% Cabernet Franc, 5% Petit Verdot
Alcool: 13.50%
Acidità totale: 5.90‰
Ubicazione vigneti: 70-130 m.s.l.m.; esposizione S-S/O
Tipologia del terreno: Prevalenza di Arenaria
Età delle vigne: 12 - 17 anni
Sistema di allevamento: Cordone speronato
Densità viti per ettaro: 6600 piante
Vendemmia: Effettuata a mano a partire dal 14 Settembre
Temperatura di fermentazione: 28 - 30 °C
Tempo di macerazione: 16 - 18 giorni
Maturazione: 12 mesi in piccoli fusti di rovere francese (225 l.)
Imbottigliamento: maggio 2018
Uscita: dicembre 2018
Produzione: 53000 bottiglie
Formati: 750 ml - 1,5 lt - 3 lt
Confezionamento: Cartone da 6 bottiglie (750 ml), cartone da 3 bottiglie (1,5 lt), cassa di legno singola (3 lt)
Prima annata prodotta: 2014
Potenziale di invecchiamento: 10 anni e oltre
Profilo: Intenso, elegante e vivo, note di macchia mediterranea e ribes nero, finale sapido e avvolgente, estremamente piacevole.
Abbinamenti: Primi piatti con cacciagione, Stufati di carne bianca, verdure al forno

Scheda Tecnica

Vendemmia

L’inverno ha registrato temperature miti. Le precipitazioni sono state esigue durante tutto questo periodo. A un Giugno caldo hanno fatto seguito un Luglio ed Agosto freschi per i venti eccezionalmente provenienti da nord. La raccolta è iniziate il 29 Agosto con il vermentino, proseguendo poi nei primi giorni di settembre con alicante e syrah, uve perfettamente sane e dotate di un ottimo corredo aromatico dovuto alle perfette escursioni termiche giorno-notte.
Dopo una sosta di qualche giorno, coronata da una bellissima pioggia di 30 mm in data 15 Settembre che ha permesso alle uve di reidratarsi, è stato raccolto il cabernet franc e alcune selezioni di cabernet sauvignon provenienti dai terreni con scheletro dominante e quindi piuttosto poveri e sassosi. Una ulteriore sosta ha permesso una perfetta maturazione fenolica delle migliori uve cabernet sauvignon e sangiovese. La vendemmia si è conclusa il 10 Ottobre con la raccolta degli ultimi sangiovesi per il Morellino di Scansano.