Zisola


Doppiozeta

Sicilia Noto Rosso DOC

Uno dei primi vini icona siciliani

DALLA PUNTA PIÙ ESTREMA DELLA SICILIA - Il “cru” di Nero d'Avola, proveniente dalle tre migliori parcelle aziendali coltivate ad alberello. Nasce da una viticoltura organica combinata con un lavoro sartoriale per esprimere al meglio le biodiversità delle tre parcelle da cui proviene. Fermentazione naturale e non filtrato.
Azienda: Zisola
Ubicazione azienda: Noto, Sicilia
Uvaggio: Nero d'Avola
Alcool: 14.38%
Acidità totale: 6.30‰
Ubicazione vigneti: 3 parcelle (Piscina, Sopra Navel, Mandorleto) 95-130 m.s.l.m.; esposizione S/E
Tipologia del terreno: Medio impasto, con prevalenza di calcare e buona presenza di scheletro
Età delle vigne: 9 - 14 anni
Sistema di allevamento: Alberello - Agricoltura biologica (in conversione)
Densità viti per ettaro: 5.500 piante
Vendemmia: Effettuata a mano dal 9 Settembre
Vinificazione: Fermentazione naturale in piccoli tini di acciaio senza aggiunta di lieviti né controllo temperatura
Tempo di macerazione: 30 giorni
Maturazione: Fermentazione malolattica spontanea in legno - Oltre 16 mesi in Tonneaux da 500 lt (tostatura media - 50% nuovi)
Finissage: Oltre 4 mesi in vasche di cemento - Nessuna filtrazione
Imbottigliamento: dicembre 2019
Uscita: novembre 2020
Produzione: 13800 bottiglie
Formati: 750 ml - 1,5 lt - 3 lt
Prima annata prodotta: 2006
Potenziale di invecchiamento: Oltre 20 anni
Profilo: Intenso, aromi marcati di frutta e spezie, tessitura potente ed elegante

Scheda Tecnica

Vendemmia

Annata caratterizzata da forte siccità. Si è assistito a un inverno con temperature nella media, con una ripresa vegetativa ottimale nel mese di marzo.
L’estate è stata una delle più calde degli ultimi dieci anni, con punte di 43°C più volte nei mesi di giugno e luglio. Nella terza decade di agosto, a sorpresa, si sono avuti diversi acquazzoni che hanno ridato equilibrio all'annata; ciononostante, la raccolta è risultata anticipata di 10 giorni per le uve bianche.
Questo andamento climatico, con temperature calde di giorno e fresche di notte, ha favorito una buona situazione sanitaria sia per la vite sia per i grappoli, che si sono presentati alla vendemmia con una buccia molto consistente. Il risultato è soddisfacente e conferma l’evoluzione delle annate precedenti, con vini ricchi di sostanze coloranti e acidità notevoli.

Inizio vendemmia: 16 agosto
Fine vendemmia: 2 ottobre
Piogge (Somma delle precipitazioni dal 1/4 al 30/9): 225 mm
Indice temperature (Somma della temperatura media giornaliera dal 1/4 al 30/9): 4188°C
Valutazione: Ottima